La Parsec Agri Cultura Società Cooperativa Sociale Agricola ONLUS ha scelto di utilizzare come strumento per adempire alla suo primaria scopo di inserimento socio lavorativo di “persone svantaggiate”, l’agricoltura e i servizi di manutenzione del verde.

Sulla parte agricola la cooperativa ha posto come base di sviluppo anche le linee dettate dalla legge sull’agricoltura sociale LEGGE 18 agosto 2015 , n. 141. Ai fini della presente legge, per agricoltura sociale si intendono le attività esercitate dagli imprenditori agricoli di cui all’articolo 2135 del codice civile, in forma singola o associata, e dalle cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381, nei limiti fissati dal comma 4 del presente articolo, dirette a realizzare:

a) inserimento socio-lavorativo di lavoratori con disabilità e di lavoratori svantaggiati […]

b) prestazioni e attività sociali e di servizio per le comunità locali mediante l’utilizzazione delle risorse materiali e immateriali dell’agricoltura [….]

c) prestazioni e servizi che affiancano e supportano le terapie mediche, psicologiche e riabilitative finalizzate a migliorare le condizioni di salute e le funzioni sociali, […] anche attraverso l’ausilio di animali allevati e la coltivazione delle piante;

d) progetti finalizzati all’educazione ambientale e alimentare, alla salvaguardia della biodiversità nonché alla diffusione della conoscenza del territorio attraverso l’organizzazione di fattorie sociali […]

L’attività agricola è intesa quindi da più punti di vista che spaziano da una pura attività sociale come quella dei laboratori protetti e della terapia attraverso lo svolgimento di attività agricole, a quella più imprenditoriale della produzione trasformazione e commercializzazione di prodotti. Un elemento importante e trasversale a questo ambito è la sostenibilità ambientale elemento cardine e fondante per la nostra Cooperativa.

Sin da principio la Cooperativa ha approcciato alla produzione agricola con metodologie sostenibili ed a basso impatto ambientale, a maggio del 2018 è iniziato il percorso di certificazione biologica delle coltivazioni, in questo momento quindi il nostro prodotto è definito in conversione biologica, è quindi in una fase transitoria, di oneri senza onori, durante il quale sono applicate tutte le disposizioni relative alla produzione biologica, in questo tempo si ha il modo di acquisire consapevolezza tecnico-normativa e di portare il sistema verso una stabilità ecologica indispensabile per avere dei risultati adeguati in termini produttivi.

Volendo impostare l’ambito di commercializzazione dei prodotti non solo come processo produttivo in termini imprenditoriali la Cooperativa ha deciso di sviluppare attraverso un ragionamento partecipato un brand con il quale pubblicizzare e vendere i prodotti stessi, lo sviluppo del brand si è incardinato sull’obbiettivo di voler legare il nostro prodotto con il territorio nel quale viene coltivato.

I terreni condotti dalla Cooperativa, attualmente complessivamente 7 ettari, sono siti nella Riserva Naturale della Marcigliana, nella porzione di Riserva dove in tempi antichissimi sorgeva CRUSTUMERIUM (Crustumeria, Crustumium). – Antica città del Lazio, situata a Νord di Roma, lungo il corso del Tevere, (Aen., VII, 631). Sulla scorta delle fonti antiche, che la ricordano a N di Fidenae (Liv., III, 42, 3-4), non lontana dal Tevere che separava il suo territorio da quello veiente (Plin., Nat. hist., III, 53-54), Crustumerium dovette la sua fortuna, anche al rigoglio agricolo del territorio, i cui prodotti venivano commercializzati sia nel territorio veiente, che su Roma, da qui la nostro brand ORTO DI ROMA.

Ad oggi la commercializzazione dei prodotti avviene direttamente in cooperativa, attraverso le consegne a domicilio, ed in più collabora e/o fornisce, GAS, ristoranti e piccole attività commerciali.